La razza

L’espressione più usata dai Giapponesi per indicare l’indole dell’Akita è: “Prodezza Naturale”.

Il cane prode sta in piedi tenendo la testa alta e volgendo attorno a se lo sguardo per mostrarsi in tutta la sua maestosità.

Lui è in grado di assumere tale atteggiamento perché è sicuro di se stesso.

Un detto Giapponese dice “ tranquillo come la foresta, veloce come il fulmine”.

Dunque un cane prode è sempre calmo, ma è naturalmente dotato di coraggio composto accompagnato da dignità e forza.

Il valore reale dell’Akita sta nel suo spirito ardimentoso, nelle sue pregiate sembianze e nella sua dignità.

STANDARD

In Giappone, paese di origine della razza, il club ufficiale preposto alla tutela è il Japan Kennel Club, il quale definisce lo standard per la selezione degli Akita. Il J. K. C. è affiliato alla F.C.I. “Federazione della Cinofilia Internazionale”, alla quale in Occidente si fa riferimento per lo standard; di seguito esposto.

CLASSIFICAZIONE: FCI Standard N° 2 55/ 02.04.2001 – Gruppo 5 – cani di tipo Spitz e di tipo Primitivo.

ORIGINE: Giappone.

UTILIZZO: Cane da compagnia

ASPETTO GENERALE: Cane di grande taglia e robusta costruzione, ben proporzionato e con molta sostanza; le caratteristiche del sesso sono fortemente marcate. Ha grande nobiltà e dignità anche se modesto. Corporatura robusta.

PROPORZIONI IMPORTANTI: Il rapporto fra l’altezza al garrese e la lunghezza del corpo (dall’estremità della spalla all’estremità della natica) è di 10 a 11, ma le femmine hanno un corpo leggermente più lungo rispetto ai maschi.

COMPORTAMENTO E CARATTERE: Equilibrato, silenzioso, forte, dignitoso, riservato, nobile negli atteggiamenti e nei comportamenti, di spiccata intelligenza, riflette rapidamente, fedele, ricettivo, rispettoso, coraggioso e leale.

TESTA: Ben proporzionata rispetto al corpo, fronte ampia con un solco frontale ben marcato, senza rughe.

STOP: Ben definito.

TARTUFO: Grosso e nero. Una leggera e diffusa mancanza di pigmento sul naso è accettabile solo nei cani bianchi ma il nero è sempre preferito.

MUSO: Moderatamente allungato e forte, con base ampia, si affila leggermente verso il naso, ma senza diventare appuntito.

Canna nasale dritta.

MASCELLE e DENTI: Denti forti con chiusura a forbice.

LABBRA: Tese.

GUANCE: Moderatamente sviluppate.

OCCHI: Relativamente piccoli, di forma quasi triangolare con l’angolo esterno rivolto verso l’alto, moderatamente distanziati, di colore marrone scuro. Più il colore è scuro più è apprezzato.

ORECCHIE: Relativamente piccole, spesse, triangolari, leggermente arrotondate in punta, abbastanza distanziate, erette e portate un po’ in avanti

COLLO: Grosso e muscoloso, senza giogaia, ben proporzionato con la testa

DORSO: Dritto e solido

RENE: Ampio e muscoloso

TORACE: Profondo, petto ben sviluppato, costole leggermente cerchiate

VENTRE: Retratto

CODA: Attacco alto, coda grossa e piena portata vigorosamente arrotolata sul dorso. La coda abbassata deve raggiungere all’incirca l’articolazione del garretto.

© 2017 AKITA della Verde Umbria
Via Pietrauta 16 06036 Montefalco (Perugia)
cell 347 1067689
www.akitadellaverdeumbria.it – bbmontefalco@libero.it